Delio Caporale

DELIO CAPORALE

Insegnante di Canto e Tecnica Vocale con particolare propensione al genere Soul e Jazz. Ha già diretto per diversi anni i corsi sulla vocalità presso le scuole “L’OFFICINA” e “MISSISSIPPI JAZZ SCHOOL”, entrambe in Roma, e attualmente presso l’accademia “ARTES” di Enrico Brignano a Pomezia. E’ docente inoltre dell’Accademia Professionisti Spettacolo TEATRON di Roma. Ha studiato “Respirazione” e “Tecnica Vocale” con Cinzia Spata e “Improvvisazione Jazz” con Maria Pia De Vito. Diploma Metodo Voicecraft di Jo Estill, a cura di Elisa Turlà, conseguito nel febbraio 2009. Seminario Canto Jazz di Nuoro, diretto da Paolo Fresu nel 2000. Ha studiato “Recitazione” con Olga Sgambati, “Regia” con Renato Giordano, e “Mimo – Commedia dell’Arte” con Fulvio Calderoni. Da più di quindici anni nel campo della musica, partecipa a numerosi Jazz Festivals, trasmissioni televisive e tournèe nazionali. Collabora con numerosi artisti del panorama internazionale come Luciano Berio, Claudio Baglioni, Renato Zero, Pino Insegno, Mango, Fred Bongusto, Riccardo Cocciante, Pippo Franco. Dal 1997 componente del gruppo vocale BARAONNA.

Programma di Canto

Lo studio anatomico dell’apparato fonatorio e la conoscenza specifica delle parti del corpo che concorrono all’emissione di un suono permettono al cantante di orientarsi, sperimentare, creare e di divertirsi con la propria voce. La sicurezza e l’originalità di ogni cantante-artista si raggiunge solo attraverso lo studio, l’esercizio, l’esperienza, la conoscenza e la capacità di improvvisazione nel canto. La tecnica di base vocale, fondamentale, consolida in ognuno di noi una maggiore sicurezza al momento dell’esecuzione, eliminando, o perlomeno attenuando, gli effetti di ansia, emozione o tensione, tipici nel momento dell’atto canoro. In più l’analisi anatomica delle parti messe in uso durante la fonazione rende possibile la sperimentazione timbrica e la creatività dinamica, propria ed originale di ognuno di noi, necessarie all’unicità di ogni artista.

Il laboratorio di canto e tecnica “corale” permette nello specifico di educare il nostro orecchio all’ascolto trasversale, ovvero la capacità di regolare la propria voce in parallelo alle altre, all’interno di un unico tutto funzionale, armonioso e calibrato. In più sviluppa tutto quell’impianto di dinamiche, volumi e timbriche, necessarie alla “coloritura” della nostra voce.