Tonino Tosto

Tonino Tosto nato a Roma. Laurea magistrale Lettere e Filosofia, Roma Tre (tesi su “Teatri e spettacolo a Roma nella prima metà dell’Ottocento attraverso i sonetti di Belli”). Autore, regista, attore, Animatore culturale, Vice presidente Università Popolare di Roma UPTER (1995-2015), Esperto di Formazione, Docente e formatore di teatro. Dal 1976 dirige una compagnia teatrale e dal 2014, è direttore artistico del Teatro Porta Portese e presidente dell’associazione culturale Palco Comune. Giornalista pubblicista, Direttore Responsabile del webzine letterario e culturale “Malacoda”. Membro del direttivo dell’Accademia Belli. Ha pubblicato 14 libri di argomento storico, teatrale e di satira, vincendo nel 2004 il Premio Bassani per il libro “4 giugno 1944, Roma Libera”. Ha lavorato per 28 anni a Paese Sera e l’Unità. Ha avuto responsabilità provinciali e nazionali nel Sindacato Poligrafici e Informazione e spettacolo. Ha, da sempre, partecipato alle iniziative socio-culturali e del volontariato cittadine e nazionali sia nel Forum del Terzo settore sia nel settore della Formazione continua dirigendo la Federazione educazione degli adulti. Durante il Giubileo del 2000 è stato tra i promotori dell’iniziativa Settecento cantieri culturali, Responsabile del bollettino di informazione ai residenti di Roma e del Lazio e ha – sullo stesso argomento – tenuto, con una cadenza settimanale, una rubrica trasmessa da Radio Vaticana. UPTER, di cui Tonino Tosto è stato vicepresidente fino a 2015, nel 1999 è stato socio fondatore del Forum Terzo Settore del Lazio. In qualità di rappresentante UPTER, Tonino Tosto, ha fatto parte del Coordinamento territoriale, nel direttivo. Tra i promotori di Spiazziamoli (oltre cento associazioni in 50 piazze contro la mafia); tra i promotori del Giubileo dei romani promosso da 45 associazioni, fondazioni e cooperative cittadine con le aperture – da dicembre 2015 – delle “porte sociali” per la cultura dell’integrazione e della solidarietà; partecipa al progetto multidisciplinare sulla Rigenerazione delle Periferie che sarà presentato a maggio. È, in rappresentanza del Teatro Porta Portese, membro del direttivo della FEDerazione Italiana Artisti che associa teatri off, compagnie, operatori culturali, organizzatori di Festival e artisti attivi nella città di Roma. È da sempre impegnato nella ricerca e nella riproposizione della storia e delle tradizioni popolari e musicali di Roma. Ha messo in scena e rappresentato buona parte dei suoi 54 testi teatrali a Roma e in teatri nazionali ed internazionali. Ha partecipato a diverse tournée teatrali nelle quali ha rappresentato suoi spettacoli: Stati Uniti (2005, 2006,2008, 2012, 2013), Camerun (2009), Argentina (2010). In ognuna di queste occasioni, con lo scopo di organizzare eventi paralleli alle rappresentazioni in programma, ha attivato contatti con Ambasciate, Istituti italiani di cultura, Camere di commercio, Associazioni di italiani emigrati, produttori, agenzie di comunicazione e di promozione turistica, Teatri e Università. Ha avuto il privilegio di duettare (aula magna Sapienza) con Riccardo Cucciolla nello spettacolo Celestino V. È stato per 5 anni nella compagnia di Fiorenzo Fiorentini. Tra gli altri ha partecipato come attore (con la supervisione di Gigi Magni e la regia di Antonello Avallone) agli spettacoli In nome del Papa Re, Nell’anno del signore e Secondo Ponzio Pilato. Nel 2012 debutta al Sistina nello spettacolo Campo de fiori con Rodolfo Laganà. Nel 2015 sempre al Sistina ha interpretato il ruolo del Papa Pio VII nello spettacolo “Il Marchese del grillo” con Enrico Montesano. Ha interpretato sia in Rai sia a Radio Città Futura (sempre con Ernesto Bassignano) il ruolo di Pasquino con sue composizioni quotidiane.